spot_img

Israele, Cisgiordania: per la Corte Suprema illegali gli insediamenti


Israele, Cisgiordania: la Corte Suprema boccia la legge del 2017 che legalizzava le occupazioni sui territori privati della Palestina

Israele, Cisgiordania: la Corte Suprema boccia la legge del 2017 che legalizzava le occupazioni sui territori privati della Palestina

Israele, Cisgiordania: illegali gli insediamenti per la Corte Suprema
Una protesta contro il piano del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu di annettere parti della Cisgiordania occupata da Israele, a Tel Aviv, Israele, 6 giugno 2020 REUTERS/Amir Cohen

Duro colpo alla linea inflessibile di Benjamin Netanyahu sulla gestione dei coloni in terre palestinesi. La Corte Suprema ha dichiarato incostituzionale la “Legge per la Regolarizzazione degli insediamenti in Giudea e Samaria” approvata nel febbraio 2017 perché “non rispetta gli standard della Costituzione israeliana”. Secondo la Presidente della Corte, Esther Hayut, “la legge viola i diritti di proprietà e di eguaglianza dei palestinesi, mentre privilegia gli interessi dei coloni israeliani sui residenti palestinesi”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img