spot_img

Israele, leva obbligatoria, si o no.


I religiosi, ebrei e arabi, sono esenti dalla leva obbligatoria in virtù di ripetute proroghe di una legge abrogata nel 2012. Lo scontro tra l'identità religiosa e quella laica del Paese torna caldo in vista delle elezioni del 23 marzo

Nello del Gatto Nello del Gatto
[GERUSALEMME] Corrispondente per diverse testate, dopo 6 anni in India e 5 in Cina per Ansa. Autore e conduttore di Radio 3, è esperto di Asia e Medio Oriente.

I religiosi, ebrei e arabi, sono esenti dalla leva obbligatoria in virtù di ripetute proroghe di una legge abrogata nel 2012. Lo scontro tra l’identità religiosa e quella laica del Paese torna caldo in vista delle elezioni del 23 marzo

Un operatore sanitario palestinese effettua un tampone, a sud della Striscia di Gaza, 14 gennaio 2021. REUTERS/ Ibraheem Abu Mustafa

Ancora per qualche mese, almeno fino all’estate, gli haredim, gli ebrei ortodossi che orientano la loro vita allo studio e alla preghiera, non dovranno fare il militare.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img