spot_img

Israele/Libano: sull’orlo della guerra


L'allerta è massima e c'è chi dice che, di fatto, la guerra tra il paese ebraico e quello dei cedri è già in corso. Il timore tuttavia resta quello di un'escalation sempre maggiore che possa ampliare il conflitto a livello regionale.

Incombe sempre di più il rischio dello scoppio di una guerra tra Israele e il Libano, per l’offensiva di Hezbollah. Il confine tra i due paesi è caldissimo. Dallo scoppio della guerra a Gaza, la milizia sciita del paese dei cedri, sostenuta da Teheran, non ha mai smesso di colpire Israele dalle sue basi libanesi e siriane che, in risposta, ha messo nel mirino basi del gruppo in tutti i paesi limitrofi e responsabili.

Israele si è spinto fino a Beirut, dove ha ucciso un alto esponente di Hamas, ma ha portato attacchi soprattutto nella regione di Baalbek. Di contro, il movimento sciita risponde con continue raffiche di missili inviati verso Israele, in particolare verso la regione della Galilea, anche con l’uso di droni. Due di questi, il mese scorso, uccisero un militare italo-israeliano.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo