EN

eastwest challenge banner leaderboard

Università: la competenza al potere

Indietro

I commenti dei quotidiani italiani sulla successione a Fioramonti sono tutti viziati dalle linee editoriali pregiudizialmente favorevoli o meno al Governo. Proviamo ad analizzare i fatti, senza teoremi. Chi è il nuovo Ministro dell’Università?

Il Ministro Fioramonti è stato forse il Ministro pentastellato più rassicurante dei due Governi a guida grillini di questi ultimi due anni. Rassicurante quanto a retorica e capacità di essere convincente nel comunicare la sua competenza e la coerenza delle sue iniziative politiche e amministrative.

Mi convinceva meno la sua idea di ricostruire scuola e Università senza insistere su schemi che valorizzassero valori e competenze, lasciando intendere che avrebbe privilegiato antichi e fallimentari schemi della vecchia sinistra, fondati sull’anzianità quale criterio prevalente di buona organizzazione. Credo infatti che, se non ci decideremo a importare qualche concetto organizzativo dal mondo anglo-americano, la formazione superiore e universitaria continuerà a perdere pezzi e reputazione.

Dunque, non mi sono rammaricato troppo per le dimissioni del Ministro Fioramonti. Il mio sollievo si è trasformato in concreta speranza quando ho saputo delle nuove nomine. Intanto, per dare un segnale di attenzione, mi è sembrata una buona idea quella di separare la scuola dall’Università, scegliendo per entrambi i settori due persone che hanno indubbie e oggettive competenze specifiche.

Voglio spendere qualche parola su Gaetano Manfredi, che ho avuto la fortuna di conoscere, negli ultimi anni. Fin dal nostro primo incontro (di non molti), ho potuto apprezzare non solo la competenza, probabilmente patrimonio della maggior parte degli addetti ai lavori, ma la visione e la modernità delle sue idee. Ho subito avuto l’impressione di trovarmi di fronte un uomo che stava lottando per cambiare il sistema da dentro, ma avendo ben chiaro di non avere un tempo infinito per incidere e che – se avesse ceduto troppo a baronie e conservatorismi – rischieremmo di chiudere le nostre Università per assenza di studenti, in fuga precipitosa all’estero.

Averlo dunque scelto per portare avanti le sue idee nelle funzioni di Ministro, mi sembra oggettivamente un’ottima idea e chiunque la critichi, usa male il suo diritto di parola, giornalista o politico che sia. Gaetano Manfredi è il Rettore dell’Università Federico II di Napoli, dove io mi sono laureato 32 anni fa. E dove ho rimesso piedi per la prima volta dopo la laurea solo 3 anni fa, grazie a una iniziativa lungimirante e straordinariamente innovativa promossa dal Rettore.

Una volta tanto, cerchiamo di riconoscere la superiorità della competenza, unita alla visione e all’intelligenza sociale, virtù che raramente si riuniscono nella stessa persona.

Auguri sinceri Ministro!

@GiuScognamiglio

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA