spot_img

Kerbala e la resistenza allo Stato Islamico


La città santa di Kerbala, in Iraq, quest'anno è diventata il simbolo della resistenza sciita contro lo Stato Islamico. Un numero impressionante, quasi venti milioni infatti sono stati i pellegrini che si sono radunati per celebrare la festa dell'Arbaeen, che avviene 40 giorni dopo l'Ashura e segna la fine del periodo di lutto per il martirio di Hussein bin Ali, pronipote di Maometto.

La città santa di Kerbala, in Iraq, quest’anno è diventata il simbolo della resistenza sciita contro lo Stato Islamico. Un numero impressionante, quasi venti milioni infatti sono stati i pellegrini che si sono radunati per celebrare la festa dell’Arbaeen, che avviene 40 giorni dopo l’Ashura e segna la fine del periodo di lutto per il martirio di Hussein bin Ali, pronipote di Maometto.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img