L’accordo sul gas e i problemi, interni ed esterni, di Pechino


«Il Vietnam e le Filippine sono determinati ad opporsi alla violazione cinese delle loro acque territoriali, ha riferito il primo ministro vietnamita Nguyen Tan Dung, invitando il mondo a condannare le azioni della Cina in una manifestazione pubblica destinata a far infuriare Pechino».

«Il Vietnam e le Filippine sono determinati ad opporsi alla violazione cinese delle loro acque territoriali, ha riferito il primo ministro vietnamita Nguyen Tan Dung, invitando il mondo a condannare le azioni della Cina in una manifestazione pubblica destinata a far infuriare Pechino».

Arrivano le prime risposte all’accordo, storico, di ieri tra Cina e Russia riguardo il gas. È interessante infatti analizzare cosa cambia per la Cina, grazie a questo accordo e quali saranno i problemi per Pechino, alla luce delle dichiarazioni di Vietnam e Filippine e del nuovo attentato in Xinjiang (ad ora 31 morti).

Pechino da tempo cerca via alternative al carbone, da cui dipende il 70 percento del proprio consumo energetico e che provoca problemi gravi di invivibilità e malattie mortali ai propri cittadini. Cresce – inoltre – quel ceto medio urbano che chiede una migliore qualità della vita. Ma i cinesi avevano bisogno di strappare un contratto favorevole soprattutto sul prezzo. Trent’anni non sono pochi, l’esborso è notevole e Pechino ha sempre chiesto a Mosca di non essere trattato come un paese qualunque.

I fatti internazionali, complici la Siria e ultimamente l’Ucraina, hanno portato i due paesi a condividere sentimenti anti occidentali. Mosca sulla questione ucraina si è trovata completamente sola contro Usa e Ue, mentre la Cina soffre da tempo il tentativo di accerchiamento Usa in Asia. Non c’era migliore possibilità di questo momento, in particolare, per sancire un’alleanza economica che getta oltre di sé l’ombra, e forse solo quella, di accordi di natura più geostrategica.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img