spot_img

L’Africa e il tesoretto estero


Duecento miliardi di dollari, sono le riserve di liquidità che gli Stati Africani conservano in banche estere, al di fuori dei confini continentali,  a causa dell’instabilità del continente e dei rischi a questa legata. Secondo l’Economic Commision for Africa (ECA) i fondi, che sono pari a più di un terzo delle riserve totali dei paesi africani (500 miliardi di dollari), sono stati investiti per lo più in paesi sviluppati.  

Duecento miliardi di dollari, sono le riserve di liquidità che gli Stati Africani conservano in banche estere, al di fuori dei confini continentali,  a causa dell’instabilità del continente e dei rischi a questa legata. Secondo l’Economic Commision for Africa (ECA) i fondi, che sono pari a più di un terzo delle riserve totali dei paesi africani (500 miliardi di dollari), sono stati investiti per lo più in paesi sviluppati.  

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img