spot_img

L’Apec, l’assenza di Obama, l’affondo di Xi Jinping


Abbiamo visto in un precedente post, come la situazione delicata degli Stati Uniti, stia giovando a livello di politica diplomatica per la Cina, pur mantenendo tesa la situazione legata al rischio default americano. E ieri Xi Jinping, il Presidente cinese, all'incontro dell'Apec, è tornato a parlare delle ormai note e attese riforme cinesi.

Abbiamo visto in un precedente post, come la situazione delicata degli Stati Uniti, stia giovando a livello di politica diplomatica per la Cina, pur mantenendo tesa la situazione legata al rischio default americano. E ieri Xi Jinping, il Presidente cinese, all’incontro dell’Apec, è tornato a parlare delle ormai note e attese riforme cinesi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione