L’esercito birmano ancora macchiato di crimini contro l’umanità


Il Tatmadaw, l’esercito birmano, ha attaccato ed ucciso impunemente civili nelle zone etniche dello Stato Kachin e Shan, nel nordest del Paese. A denunciarlo è l’organizzazione per la tutela dei diritti umani Fortify Rights con un rapporto pubblicato ieri.

Il Tatmadaw, l’esercito birmano, ha attaccato ed ucciso impunemente civili nelle zone etniche dello Stato Kachin e Shan, nel nordest del Paese. A denunciarlo è l’organizzazione per la tutela dei diritti umani Fortify Rights con un rapporto pubblicato ieri.

Volontari del Karen National Defense Organization nel villaggio di Oo Kray Kee. Fabio Polese
“L’esercito birmano – ha spiegato Matthew Smith, direttore esecutivo dell’organizzazione – ha bombardato abitazioni, attaccato campi di fortuna ed è entrato nei villaggi aprendo il fuoco contro i civili. In alcuni casi i soldati si sono anche resi protagonisti di esecuzioni extragiudiziali”.  Molti degli attacchi documentati da Fortify Rights si sono verificati in zone popolate esclusivamente da civili, senza la presenza di gruppi armati.

Il governo birmano vuole il controllo delle postazioni strategiche.

Secondo Smith gli attacchi sarebbero stati progettati per indebolire le strutture civili in sostegno agli eserciti etnici e per ottenere un controllo efficace delle postazioni strategiche, come rotte commerciali e zone ricche di risorse naturali.

“Lo Stato Kachin – si legge nel rapporto – è sede di depositi multimiliardari di giada, minerali e legname. Inoltre vi sono rotte commerciali verso la Cina ed è un notevole potenziale idroelettrico. Questi fattori sono sicuramente l’aggravate dei conflitti etnici e politici che risalgono a molti anni fa”.

Gli scontri tra il Tatmadaw e il Kachin Independence Army (Kia), sono rincominciati nel giugno del 2011 dopo ben diciassette anni di “cessate il fuoco” proprio quando i Kachin si sono rifiutati di abbandonare una postazione considerata strategica, vicino a dove deve essere realizzata la diga Myitsone, sul fiume Irrawaddy.

Attacchi del Tatmadaw anche nello Stato Karen.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img