spot_img

L’importanza di essere half


Sui social giapponesi è stata salutata come la “rivoluzione della bellezza” dell'anno. Per la prima volta nella storia del Paese del Sol levante lo scettro di più bella dell'arcipelago è andato a una ragazza di colore. Ariana Miyamoto, 20 anni originaria della provincia di Nagasaki, figlia di un afroamericano e di una giapponese, è stata scelta per rappresentare il Giappone al concorso di Miss Universo di quest'anno. Perché l'evento è così “strano”?

Sui social giapponesi è stata salutata come la “rivoluzione della bellezza” dell’anno. Per la prima volta nella storia del Paese del Sol levante lo scettro di più bella dell’arcipelago è andato a una ragazza di colore. Ariana Miyamoto, 20 anni originaria della provincia di Nagasaki, figlia di un afroamericano e di una giapponese, è stata scelta per rappresentare il Giappone al concorso di Miss Universo di quest’anno. Perché l’evento è così “strano”?

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali