spot_img

L’Isis e il controllo delle risorse del territorio


Quando i jihadisti dell’Isis, lo Stato islamico guidato dal califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, hanno deciso che era arrivato il momento di marciare alla conquista della Siria e dell’Iraq avevano già in mente una strategia economica ben precisa.

Quando i jihadisti dell’Isis, lo Stato islamico guidato dal califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, hanno deciso che era arrivato il momento di marciare alla conquista della Siria e dell’Iraq avevano già in mente una strategia economica ben precisa.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania