spot_img

L’Unione eurasiatica diventa un miraggio?


L'Unione Eurasiatica fa oggi un passo avanti, con i primi ministri di Russia, Bielorussia e Kazakistan – membri fondatori dell’Unione doganale – in riunione a Mosca per discutere un accordo per la creazione dell'Unione economica eurasiatica (Ees), una seconda tappa verso un'unione politica più ampia. Ma l'Ucraina è ancora il tassello mancante.

L’Unione Eurasiatica fa oggi un passo avanti, con i primi ministri di Russia, Bielorussia e Kazakistan – membri fondatori dell’Unione doganale – in riunione a Mosca per discutere un accordo per la creazione dell’Unione economica eurasiatica (Ees), una seconda tappa verso un’unione politica più ampia. Ma l’Ucraina è ancora il tassello mancante.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania