spot_img

La campagna anticorruzione scardina il gioco politico


Il Presidente Xi non mira solo alla rimozione di amministratori infedeli.

Il Presidente Xi non mira solo alla rimozione di amministratori infedeli.

Da novembre 2012, quando al termine del 18° Congresso del Partito Xi Jinping è stato eletto Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese – e Presidente della Repubblica poco dopo – nell’eterna battaglia contro la corruzione nel paese è avvenuto un drammatico cambio di passo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali