La Cina rallenta e invecchia


La Cina rallenta la crescita nel 2013, al 7,7 percento, lo stesso dato dell'anno scorso. Il ritmo di crescita cinese cala, non era così basso dal 1999, ma la leadership di Pechino appare tranquilla: si tratta – secondo il Pcc – di una diminuzione della crescita cinese che consentirebbe di ridisegnare nuovi equilibri all'interno del sistema produttivo. Non solo Pil, perché nei giorni scorsi altri dati hanno interessato il paese: nel 2013 è nuovamente calata la popolazione in età lavorativa.

La Cina rallenta la crescita nel 2013, al 7,7 percento, lo stesso dato dell’anno scorso. Il ritmo di crescita cinese cala, non era così basso dal 1999, ma la leadership di Pechino appare tranquilla: si tratta – secondo il Pcc – di una diminuzione della crescita cinese che consentirebbe di ridisegnare nuovi equilibri all’interno del sistema produttivo. Non solo Pil, perché nei giorni scorsi altri dati hanno interessato il paese: nel 2013 è nuovamente calata la popolazione in età lavorativa.

 

Nel 2013 la crescita su base annua del Prodotto interno lordo (Pil) è stata del 7,7 percento lo stesso ritmo del 2012. Si tratta della crescita più bassa dal 1999. e per l’anno prossimo la politica cinese si prepara ad un’accoppiata poco propizia: la crescita è prevista infatti possa calare fino al 7,4 percento, un dato che riporterebbe l’economia cinese al 1990, l’anno dopo i tragici fatti di piazza Tiananmen che segneranno nel 2014 il loro venticinquesimo anniversario (e il dato economico di allora fu fortemente influenzato dalle sanzioni economiche decise dalla comunità internazionale dopo la repressione di piazza di Deng Xiaoping).

Sulla base degli altri dati rilasciati da Pechino, si è appreso che la produzione industriale è cresciuta del 9,7 per cento anno su anno a dicembre, rispetto al 10 per cento di novembre. Nel 2013 nel suo complesso, la produzione industriale è cresciuta del 9,7 per cento rispetto al 2012. Le vendite al dettaglio in Cina sono cresciute del 13,6 per cento a dicembre, rispetto ad 13,7 per cento di novembre. Gli investimenti sono aumentati del 19,6 per cento nel 2013.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img