spot_img

La debolezza di Putin in Ucraina


“Se voglio, mi prendo Kiev in due settimane”. Queste parole, dette da Putin al presidente della Commissione europea Barroso e riferite durante il vertice di sabato scorso, hanno fatto gelare il sangue nelle vene ai capi di stato dell’Ue.

“Se voglio, mi prendo Kiev in due settimane”. Queste parole, dette da Putin al presidente della Commissione europea Barroso e riferite durante il vertice di sabato scorso, hanno fatto gelare il sangue nelle vene ai capi di stato dell’Ue.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Rischi e sfide del Green Deal europeo

Corea del Sud, Cina e Giappone: miti e leggende