EN

eastwest challenge banner leaderboard

Libri

La gatta

Indietro    Avanti

La gatta è un romanzo breve pubblicato nel 1933 a puntate sul settimanale Marianne e successivamente in versione integrale da una casa editrice parigina.

Sidonie-Gabrielle Colette lo scrisse perché amava i gatti, a tal punto da dedicargli il titolo di questo libro.

È un testo che sembra scritto per il teatro. Dell’opera teatrale ha molte caratteristiche: il linguaggio evocativo, i dialoghi accattivanti, i pochi ambienti.

La storia descritta è quella di un menàge familiare dell’alta società francese in cui il giovane e nobile decaduto Alain sposa la ricca e borghese Camille.

La storia del matrimonio tra Alain e Camille è un vero e proprio triangolo amoroso: tra i due c’è Saha, una bellissima gatta certosina dai riflessi argentei di cui Camille è gelosissima.

Perché? Perché Saha non è solamente un animale, ma incarna un tipo di donna. Complice, desiderabile e fedele, Saha ottiene senza mai chiedere ad Alain. Incede tra le rose dei giardini come in un ballo, ondeggiando sinuosa per il suo padrone. Alain lo sa e interpreta le necessità della gatta, consapevole di poter essere l’unico a comprenderla e a proteggerla.

Ma la gatta è anche un legame con il passato ovattato di Alain che, capriccioso e immaturo, non vuole scambiare quell’immagine perfetta di sé con un presente fastidioso: il matrimonio.

 

 

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati


Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account




GUALA