spot_img

La legge dello Zar


L’espulsione dalla Russia del noto giornalista americano David Satter due giorni fa sta diventando un caso che coinvolge la libertà di stampa e l’intimidazione dei media. Si tratta sì della prima volta dalla caduta dell’URSS che qualcosa di simile che accade, ma non c'è bisogno di tirare in ballo un ritorno della guerra fredda.

L’espulsione dalla Russia del noto giornalista americano David Satter due giorni fa sta diventando un caso che coinvolge la libertà di stampa e l’intimidazione dei media. Si tratta sì della prima volta dalla caduta dell’URSS che qualcosa di simile che accade, ma non c’è bisogno di tirare in ballo un ritorno della guerra fredda.

 

Photo kalininskiy.livejournal.com

 

Persona non grata

Satter, ex corrispondente del Financial Times e del Wall Street Journal, autore di tre libri sulla Russia e l’ex Unione Sovietica, è stato dichiarato persona non grata e si è visto negare l’ingresso nella Federazione per cinque anni. Le autorità lo hanno accusato di aver violato le regole dei visti d’ingresso del paese soggiornando in Russia con un visto scaduto.

«Mi è stato detto che la mia presenza in Russia, dal punto di vista degli organi di sicurezza, era indesiderabile. Oltre a questo, non mi sono stati dati altri motivi», ha detto Satter. «Ma il vero motivo del mio rifiuto lo ha dato Alexei Gruby, diplomatico a Kiev. Gruby ha detto che “Gli organi competenti hanno deciso di negare l’ingresso in Russia”. Vuol dire che sono stato espulso dal paese  su richiesta dei servizi di sicurezza», ha commentato poi in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

Nessuno dovrebbe sorprendersi se l’FSB è dietro l’espulsione di un giornalista straniero scomodo, considerando la lunga lista di colleghi russi che hanno avuto un destino peggiore. Satter è l’autore di un libro intitolato Come Putin è diventato presidente, e la spiegazione fornita è qualcosa di lontano da ciò che a Vladimir Vladimirovich piace leggere di sé.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img