spot_img

La legge dello Zar


L’espulsione dalla Russia del noto giornalista americano David Satter due giorni fa sta diventando un caso che coinvolge la libertà di stampa e l’intimidazione dei media. Si tratta sì della prima volta dalla caduta dell’URSS che qualcosa di simile che accade, ma non c'è bisogno di tirare in ballo un ritorno della guerra fredda.

L’espulsione dalla Russia del noto giornalista americano David Satter due giorni fa sta diventando un caso che coinvolge la libertà di stampa e l’intimidazione dei media. Si tratta sì della prima volta dalla caduta dell’URSS che qualcosa di simile che accade, ma non c’è bisogno di tirare in ballo un ritorno della guerra fredda.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato senza ragione

Gli Stati Uniti tornano a parlare di UFO

L’Europa federale