eastwest challenge banner leaderboard

Bolivia, fissate nuove elezioni

Indietro

Il Paese eleggerà un nuovo Presidente il 3 maggio. Dall’Argentina, Morales dice di non volersi candidare. Il Governo ad interim si scontra intanto con Messico e Spagna

L'ex Presidente boliviano Evo Morales dopo aver partecipato a una conferenza stampa, a Buenos Aires, Argentina, 2 gennaio 2020. REUTERS/Agustin Marcarian
L'ex Presidente boliviano Evo Morales dopo aver partecipato a una conferenza stampa, a Buenos Aires, Argentina, 2 gennaio 2020. REUTERS/Agustin Marcarian

Il tribunale elettorale della Bolivia ha fissato ieri la data per le nuove elezioni presidenziali e parlamentari, che si terranno il prossimo 3 maggio. Le votazioni si svolgeranno dunque a sette mesi di distanza dalle ultime, quelle del 20 ottobre, vinte al primo turno dal Presidente uscente Evo Morales, del partito Movimento per il Socialismo.

Il risultato però era stato giudicato sospetto e Morales era stato accusato di brogli. Dopo settimane di proteste e dopo essere stato scaricato dall’esercito, Morales si è infine dimesso, parlando di colpo di Stato e rifugiandosi in Messico. Attualmente si trova in Argentina; la guida della Bolivia è stata assunta ad interim da Jeanine Áñez, ex senatrice di destra.

In un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Reuters, Morales ha detto di non volersi candidare alle prossime elezioni ma ha dichiarato di voler tornare in Bolivia per il prossimo Natale: su di lui pende però un mandato di arresto per i reati di sedizione e terrorismo. I possibili candidati del suo partito alla presidenza sono l’ex Ministro dell’Economia Luis Arce Catacora e il sindacalista dei coltivatori di coca – come fu anche lo stesso Morales in passato – Andrónico Rodríguez. Parteciperà alle elezioni anche Carlos Mesa, Presidente dal 2003 al 2005, arrivato secondo al voto di ottobre.

L’attuale Presidente Áñez aveva dichiarato che le priorità del suo Governo sarebbero state la convocazione di nuove elezioni e la pacificazione della Bolivia. È stata tuttavia accusata di aver fomentato le divisioni politiche ed etniche – ai danni dei sostenitori di Morales e degli indigeni – e di aver preso decisioni molto importanti in politica estera, non adatte ad una Presidenza temporanea. Ad esempio, di recente ha ordinato l’espulsione dell’ambasciatore messicano e di alcuni diplomatici spagnoli: le tensioni con il Messico sono iniziate dopo che il Paese ha offerto asilo politico a Morales.

@marcodellaguzzo

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA