eastwest challenge banner leaderboard

Auguri Georgieva!

Attendiamo di conoscere le nuove priorità del Fondo dalla Direttrice in pectore, Kristalina Georgieva, la bulgara candidata dall’Unione Europea.

Kristalina Georgieva alla riunione annuale del World Economic Forum a gennaio 2019. Reuters. Foto di Arnd Wiegmann
Kristalina Georgieva alla riunione annuale del World Economic Forum a gennaio 2019. Reuters. Foto di Arnd Wiegmann

L’economista bulgara Kristalina Georgieva, attuale numero due della Banca mondiale, è il nuovo candidato europeo alla direzione del Fondo monetario internazionale. La sua nomina dovrà passare per il  voto formale dei membri del FMI, ma l’indicazione dei paesi dell’Ue è in genere decisiva, in base a una prassi che assegna all’Europa la scelta dei vertici del Fondo monetario internazionale e agli Stati Uniti quella della Banca mondiale. 

La trattativa  è stata  lunga e complessa e la vittoria di  Kristalina Georgieva arriva dopo una trattativa a oltranza tra i 28 Paesi membri e un testa a testa tra la candidata bulgara e  l’olandese Jeroen Dijsselbloem (ex presidente dell’Eurogruppo).

I ministri hanno fatto ricorso al voto dopo essere stati incapaci di maturare una scelta condivisa nella lista dei cinque candidati che includevano Mário Centeno del Portogallo, Olli Rehen della Finlandia e Nadia Calviño della Spagna. 

L’olandese era appoggiato dai Paesi del Nord, ma poco amato nel Mediterraneo,  dopo che in un’intervista di qualche tempo fa aveva dichiarato a proposito della solidarietà verso i Paesi del Sud dell'Europa  “non si possono spendere tutti i soldi in bevute e donne e poi chiedere aiuto”.

Berlino sosteneva Dijsselbloem, Parigi e Roma la rivale Georgieva. Alla fine, la scelta è ricaduta sul candidato dei paesi dell'Est (esclusi da tutti gli altri top jobs europei). La nomina della bulgara come direttrice del Fmi comporterebbe un cambio delle regole, che attualmente prevedono un vincolo anagrafico : il candidato non deve avere più di 65 anni e la carica non può essere più detenuta a compimento del 70esimo anno di età mentre  Georgieva  compirà 66 anni il 13 agosto 2019 .

Il 4 ottobre il  Consiglio esecutivo del Fondo annuncerà in via definitiva il successore di Lagarde al timone dell’istituto. Nonostante l’indicazione europea abbia sempre prevalso, non si possono escludere del tutto dei colpi di scena.

Da una parte l’asse Bruxelles-Washington inizia a stare stretto a diversi paesi emergenti,  dall’altra alcuni media americani  ipotizzano che Donald Trump possa non rinunciare a un candidato statunitense. 

Al di là delle tattiche, sarà interessante capire quali saranno le priorità del nuovo Direttore. Le commenteremo appena saranno resi noti i nuovi programmi di lavoro. Intanto, auguri Georgieva!

 

 

 

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA