eastwest challenge banner leaderboard

Yemen, i sauditi cercano la pace con i ribelli

Torna alla home

L’Arabia Saudita e i ribelli Houthi hanno aperto le trattative per un accordo di pace. Riad ha fretta di lasciare lo Yemen, ma teme di lasciare campo all’Iran

Le forze di polizia Houthi in una strada di Sanaa, Yemen, 5 novembre 2019. REUTER/Khaled Abdullah
Le forze di polizia Houthi in una strada di Sanaa, Yemen, 5 novembre 2019. REUTER/Khaled Abdullah

L’Arabia Saudita e i ribelli Houthi stanno conducendo delle trattative informali e seminascoste per raggiungere un accordo di pace in Yemen, dove dal 2015 si combatte una sanguinosa guerra. La notizia è stata confermata all’agenzia di stampa Associated Press da funzionari di entrambi gli schieramenti.

I negoziati si stanno svolgendo in videoconferenza sotto la mediazione dell’Oman. Sono iniziati lo scorso settembre, dopo gli attacchi a due impianti della compagnia petrolifera Aramco – attacchi rivendicati dagli Houthi, ma alcuni Governi avevano ricondotto la responsabilità all’Iran – che avevano provocato un grosso danno alla produzione saudita di greggio. L’episodio avrà probabilmente rafforzato in Riad il desiderio di abbandonare il conflitto in Yemen, lungo e dispendioso. 

La guerra civile in Yemen tra il Governo e i ribelli è infatti anche una guerra indiretta tra l’Arabia Saudita e il suo maggiore rivale, l’Iran: Riad appoggia il Presidente sunnita ‘Abd Rabbih Mansur Hadi, mentre Teheran aiuta i ribelli sciiti Houthi. Nel conflitto sono coinvolti anche gli Emirati Arabi Uniti, ora parzialmente ritiratisi, alleati con i separatisti del sud.

Uno dei punti discussi nei negoziati – ancora informali – è la creazione di una zona cuscinetto lungo il confine tra Arabia Saudita e Yemen. Riad vuole infatti allontanare il più possibile gli Houthi dal suo territorio: teme nuovi attacchi come quelli alle raffinerie di Aramco, ma soprattutto teme uno stanziamento dell’Iran in prossimità del confine.

Il contenimento dell’influenza iraniana in Medio Oriente e la difesa delle frontiere sono i due motivi principali che hanno spinto l’Arabia Saudita a combattere contro gli Houthi: ecco perché ritirarsi dallo Yemen non è una decisione facile per il Regno, nonostante i costi e gli scarsi successi.

@marcodellaguzzo

Su questo argomento, leggi anche

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA