EN

eastwest challenge banner leaderboard

La nuova era dell’America Latina

Indietro

Dopo i golpe e le rivoluzioni, la normalizzazione democratica del continente riparte dal “miracolo” delle riforme.

Dopo una fase, durata circa un decennio, di espansione e crescita economica, e di successi nella lotta alla povertà e per l’inclusione sociale, l’America Latina è entrata in recessione. Il Fondo monetario internazionale indica complessivamente –0,3%. In realtà solo Venezuela, Argentina e Brasile avranno il segno “meno”, però questi tre paesi sommano quasi il 70% del Pil. In generale il fenomeno ha coinciso, e in parte è stato generato, dalla caduta del prezzo del petrolio e dalla contrazione nell’esportazione di materie prime (a partire dai minerali di ferro) e di prodotti agricoli (a partire dalla soia) verso i mercati asiatici e, nello specifico, verso la Cina. L’America Latina, nel suo complesso, aveva retto alquanto bene alle conseguenze della crisi internazionale scatenatasi a partire dal 2008. Anzi, l’onda di quella lunga crisi è arrivata in ritardo e con un potenziale ridotto sulle coste atlantiche, e ancor meno su quelle pacifiche, del Subcontinente americano. Non è stato uno tsunami, come in Europa.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA