spot_img

La pizza. I pizzaioli e le ricette famose nel mondo.


La pizza è sicuramente uno dei cibi più famosi al mondo. Non c'è paese che non la cucini, rivisitandola in mille modi diversi.

La storia della pizza è ormai conosciuta quasi a tutti, ma nel dubbio vi rinfresco la memoria.

La pizza è sicuramente uno dei cibi più famosi al mondo. Non c’è paese che non la cucini, rivisitandola in mille modi diversi.

La storia della pizza è ormai conosciuta quasi a tutti, ma nel dubbio vi rinfresco la memoria.

 Nel 1889, il cuoco Raffaele Esposito creò la pizza Margherita in onore della regina d’Italia Margherita di Savoia, farcendola con pomodori, mozzarella e basilico, i tre colori della bandiera italiana.

La vera pizza Margherita

Si dice però anche che la pizza Margherita non prenda il nome dalla regina, come detto sopra, bensì dalla disposizione della mozzarella “a fiore”, come una margherita, sopra la pizza.

Sicuramente la più famosa pizza del mondo si può gustare a Napoli, dove ci sono molte pizzerie famose che la propongono.

Una delle più famose è la pizzeria “da Michele” fondata nel 1870, che propone solo due versioni della pizza, marinara e margherita, che sono le uniche pizze riconosciute dai “puristi” della pizza.

Pizzeria da Michele a Napoli

Infatti anche “l’Associazione Verace Pizza Napoletana” riconosce queste due pizze come le uniche degne di nota, ed ha anche stabilito alcune regole per prepararle secondo la tradizione: la pizza infatti deve essere categoricamente cotta in un forno a legna, ad una temperatura di circa 485 gradi per non più di 60/90 secondi. La base dev’essere stesa a mano senza l’aiuto di un mattarello e le dimensioni non devono superare i 35 centimetri di diametro. Queste sono le regole da seguire (o provare a seguire) se si vuole preparare una buona pizza napoletana DOC.

Come dicevo prima, la pizza è ormai famosa in tutto il mondo, molte sono le pizzerie con pizzaioli italiani e non sparse per il globo che offrono un ottimo prodotto preparato e servito come se ci si trovasse in una vera pizzeria napoletana.

Ad esempio, una delle pizzerie più famose a New York è la Kestè in Bleecker Street pluripremiata da molte testate giornalistiche gastronomiche newyorkesi.

Oppure, se siete attualmente dalle parti di Melbourne, o state programmando di andarci, non potete perdervi la pizza di Johnny Di Francesco (origini italianissime) proprietario della pizzeria “400 gradi”, che ha appena vinto il primo premio come migliore pizza del mondo nel campionato mondiale che si è appena svolto a Parma, battendo italiani e non in una gara all’ultima pizza!

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Quattro anni per Aung San Suu Kyi

Usa-Cina: conflitto inevitabile

Francia, nostalgia di Indochine