spot_img

La sottile linea tra Stato e religione in Russia


Il 22 gennaio è stata una giornata storica in Russia, la giornata in cui il sottile diaframma che separa il potere religioso da quello temporale si è infranto. Nonostante la costituzione russa sancisca la netta separazione tra i due poteri, si tratta di una separazione sempre più permeabile. E che riporta il Paese alle proprie radici e ai propri valori in contrapposizione all’Occidente.

Il 22 gennaio è stata una giornata storica in Russia, la giornata in cui il sottile diaframma che separa il potere religioso da quello temporale si è infranto. Nonostante la costituzione russa sancisca la netta separazione tra i due poteri, si tratta di una separazione sempre più permeabile. E che riporta il Paese alle proprie radici e ai propri valori in contrapposizione all’Occidente.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato senza ragione

Gli Stati Uniti tornano a parlare di UFO

L’Europa federale