spot_img

La torcia olimpica che infiamma il Caucaso


L’attentato suicida di ieri, 29 dicembre, alla stazione ferroviaria e l’esplosione di oggi su un filobus a Volgograd, che insieme hanno ucciso più di 20 persone, sono solo i più recenti atti terroristici che colpiscono un bersaglio russo durante il conto alla rovescia per i prossimi Giochi invernali di Sochi che inizieranno il 7 febbraio. Ma non saranno probabilmente gli ultimi fino all'inizio delle Olimpiadi.

L’attentato suicida di ieri, 29 dicembre, alla stazione ferroviaria e l’esplosione di oggi su un filobus a Volgograd, che insieme hanno ucciso più di 20 persone, sono solo i più recenti atti terroristici che colpiscono un bersaglio russo durante il conto alla rovescia per i prossimi Giochi invernali di Sochi che inizieranno il 7 febbraio. Ma non saranno probabilmente gli ultimi fino all’inizio delle Olimpiadi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione