spot_img

La Tunisia di Rachid Ghannouchi


Lo sguardo è imperscrutabile, il viso accenna un sorriso lieve ma rassicurante. Rachid Ghannouchi è il leader del partito islamico Ennahda, che in italiano vuol dire “Movimento della Rinascita”, vincitore delle prime elezioni libere della Tunisia nell’ottobre 2011 e secondo invece nelle elezioni di domenica 26 ottobre.

Lo sguardo è imperscrutabile, il viso accenna un sorriso lieve ma rassicurante. Rachid Ghannouchi è il leader del partito islamico Ennahda, che in italiano vuol dire “Movimento della Rinascita”, vincitore delle prime elezioni libere della Tunisia nell’ottobre 2011 e secondo invece nelle elezioni di domenica 26 ottobre.

Sheikh Rachid Ghannouchi, leader of Tunisia's Ennahda party, speaks during a news conference in Istanbul March 2, 2011. REUTERS/Osman Orsal

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania