spot_img

Russia, il tour diplomatico di Lavrov in Africa parte dall’Egitto


Delicata missione del Ministro degli Esteri russo, che parte dalla visita al Cairo alla ricerca di una sponda per rompere l’isolamento occidentale. Prossime tappe: Etiopia, Uganda e Congo

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Delicata missione del Ministro degli Esteri russo, che parte dalla visita al Cairo alla ricerca di una sponda per rompere l’isolamento occidentale. Prossime tappe: Etiopia, Uganda e Congo

Rassicurare sull’export del grano e cercare una sponda diplomatica con interlocutori storicamente amici della Russia sono due degli obiettivi della missione africana di Sergej Lavrov, il Ministro degli Esteri di Vladimir Putin, che nella sua prima tappa in Egitto coglie l’occasione per addossare, ancora una volta, le responsabilità della guerra e dello stop alla catena di approvvigionamento alimentare sull’Occidente. Il Ministro russo, che nella capitale egiziana ha incontrato anche il Segretario Generale della Lega Araba, Ahmed Aboul Gheit, proseguirà poi la sua missione in Etiopia, Uganda e nella Repubblica Democratica del Congo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img