Le fiction americane e la satira in Cina


In Cina è consuetudine guardarsi le serie televisive americane o inglesi, grazie ai servizi di streaming di alcuni siti cinesi. Si tratta di siti web accessibili solo in Cina (non da Hong Kong o Europa, ad esempio) e che quindi creano un fenomeno strambo: per vedere le serie è necessario, per chi lo usa, «staccare» il vpn e tornare a navigare normalmente. Da ieri, però, nell’ambito di una generale rimozione di contenuti on line, quattro serie televisive sono state tolte dal web: The Big Bang Theory, The Good Wife, NCIS e The Practice. Perché e come hanno reagito i netizen cinesi?

In Cina è consuetudine guardarsi le serie televisive americane o inglesi, grazie ai servizi di streaming di alcuni siti cinesi. Si tratta di siti web accessibili solo in Cina (non da Hong Kong o Europa, ad esempio) e che quindi creano un fenomeno strambo: per vedere le serie è necessario, per chi lo usa, «staccare» il vpn e tornare a navigare normalmente. Da ieri, però, nell’ambito di una generale rimozione di contenuti on line, quattro serie televisive sono state tolte dal web: The Big Bang Theory, The Good Wife, NCIS e The Practice. Perché e come hanno reagito i netizen cinesi?

 Secondo il Telegraph, «la decisione coincide con il giro di vite del presidente Xi Jinping sulla libertà di espressione online da quando è salito al potere lo scorso anno. Proprio la scorsa settimana Sina Corps, uno delle più grandi imprese Internet della Cina ha avuto un certo numero di licenze ritirate per aver consentito contenuti osceni e pornografici».

Il Quotidiano del Popolo, principale portavoce del partito comunista, ha scritto in un commento: «Se non si ha Internet in ordine, come si può avere la libertà di Internet? Chiunque goda ed eserciti i propri diritti e libertà di Internet non deve pregiudicare l’interesse pubblico e non può violare le leggi, i regolamenti e l’etica pubblica».

La rimozione dei popolari show degli Stati Uniti – continua il Telegraph – ha causato reazioni da parte dei fan in Cina sul sito di social media Sina Weibo (la versione cinese di Twitter), dove la questione si è classificata tra i primi 10 argomenti con più di 300.000 commenti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale