EN

eastwest challenge banner leaderboard

Le nuove democrazie illiberali

Indietro

Mal di pancia nei sedici paesi dell’Europa orientale. Le soluzioni suggerite da Bruxelles creano nuove tensioni e le elezioni confermano un quadro confuso.

‘‘Dobbiamo abbandonare i metodi e i principi liberali nell’organizzazione della società. Noi stiamo costruendo uno Stato volutamente illiberale”. Era il 17 febbraio 2015 e con queste parole Viktor Orbán, Primo ministro ungherese, palesava quanto già era visibile sottotraccia, ovvero una tendenza sempre più marcata del suo governo a farsi autoritario. La “democrazia illiberale” di Orbán è presto assurta a modello in paesi che già soffrivano di gravi deficit democratici, e le elezioni che si sono svolte – o stanno per svolgersi – in questi mesi confermano la voglia di “uomo forte” da parte di elettorati sempre più provati dalla crisi economica.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.
Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.

Su questo argomento, leggi anche

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati



La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA