spot_img

Libano, ecco il Governo Mikati: “Qui per servire il popolo”


Dopo tredici mesi dalle dimissioni di Hassan Diab e a più di un anno dall’esplosione al porto di Beirut nasce il nuovo esecutivo. L'incarico sarà complicatissimo

Dopo tredici mesi dalle dimissioni di Hassan Diab e a più di un anno dall’esplosione al porto di Beirut nasce il nuovo esecutivo. L’incarico sarà complicatissimo

Dopo 13 mesi dalle dimissioni di Hassan Diab, ecco un nuovo Governo per il Libano, tra le macerie del porto di Beirut e quelle sociali, con 3/4 della popolazione, secondo le Nazioni Unite, in stato di povertà. L’incarico assegnato al Primo Ministro Najib Mikati — designato lo scorso luglio — sarà complicatissimo, dovendo gestire una Banca centrale al collasso, un’economia ridotta ai minimi termini, la rabbia dei cittadini esausti dalla trasversale incapacità politica e, per ultimo ma non meno importante, la tensione tra i player regionali — Israele e Iran su tutti.

Il nuovo esecutivo

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

A Berlino, visita di stato del Presidente Lula

Filippine: weekend drammatico a Mindanao

Le colpe di Netanyahu: politicamente morto?

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo