spot_img

Libia: 600 morti nelle acque del Mediterraneo


Le prime vittime dell’anarchia libica sono come sempre i profughi. Secondo la marina militare di Tripoli, sono centinaia i dispersi di uno dei più gravi naufragi degli ultimi mesi al largo delle coste libiche.

Le prime vittime dell’anarchia libica sono come sempre i profughi. Secondo la marina militare di Tripoli, sono centinaia i dispersi di uno dei più gravi naufragi degli ultimi mesi al largo delle coste libiche.

A man inspects the bodies of three African migrants that were recovered by the Libyan coastguard, after their boat sunk off the coastal town of Garaboly, east of Tripoli, September 15, 2014. Photo REUTERS/Ismail Zitouny

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania