Onu: finalmente il nuovo Inviato Speciale in Libia


Sarà Ján Kubiš il nuovo capo della missione Onu in Libia. Intanto, migliorano le prospettive per un possibile accordo sulle elezioni

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Sarà Ján Kubiš il nuovo capo della missione Onu in Libia. Intanto, migliorano le prospettive per un possibile accordo sulle elezioni

I soldati fedeli al comandante militare libico Khalifa Haftar sono in formazione durante le celebrazioni del Giorno dell’Indipendenza a Bengasi, Libia, 24 dicembre 2020. REUTERS/Esam Omran Al-Fetori

Con la nomina di Ján Kubiš come Inviato Speciale dell’Onu e capo della missione delle Nazioni Unite in Libia, si colma un vuoto di rappresentanza decisivo per l’organizzazione internazionale nel Paese nord africano, dando nuova linfa al valore del Palazzo di Vetro per la stabilità dello scenario nell’ex Giamahiria di Gheddafi. Kubiš, esperto funzionario di politica internazionale, prende il posto lasciato vacante da Ghassan Salamé, dimessosi nel marzo del 2020. In questi mesi, il ruolo è stato assunto pro tempore da Stephanie Williams, che ben ha figurato, capace di riportare in auge il Forum per il Dialogo Politico.

Chi è Ján Kubiš

Coordinatore Speciale per il Libano, Kubiš vanta una carriera di grande valore nelle organizzazioni internazionali, capace di passare dalle questioni multilaterali a quelle del Vicino e Medio Oriente. Slovacco, il diplomatico ha lavorato per il Ministero degli Esteri del suo Paese, rappresentandolo alle Nazioni Unite a Ginevra. Per l’Unione europea è stato Rappresentante Speciale per il Centro Asia, per l’Onu Rappresentante Speciale del Segretario Generale in Afghanistan dal 2011 al 2015.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia

Unione europea: miti e leggende