Lo spazio come poema epico


La sonda indiana su Marte non è solo un fatto scientifico.

La sonda indiana su Marte non è solo un fatto scientifico.

Si dice che la modernità abbia inesorabilmente distrutto il senso di mistero e magia che permeava il mondo. Tre secoli di progressi scientifici e tecnologici oltre alla globalizzazione e al capitalismo su scala mondiale hanno privato il mondo della sua aura di spiritualità e di soggezione. La perdita del contatto con il sacro ha allontanato l’umanità dalla meraviglia incatenandola ai bisogni e ai capricci dell’individualismo a livelli mai visti prima d’ora.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img