spot_img

Loverboy, quando l’amore rende schiave


Loverboyèil nome non ufficiale dato dalla polizia rumena ai nuovi reclutatori di ragazze che vengono mandate nei Paesi europei a prostituirsi e Loverboy è il titolo del secondo lungometraggio di Catalin Mitulescu, regista della new wave rumena arrivato per la seconda volta a Cannes nella sezione Un certain regard dove, nel 2006, il suo Come ho trascorso la fine del mondo vinse il
premio per la migliore interpretazione femminile (assegnato a Dorotheea Petre).

Loverboyèil nome non ufficiale dato dalla polizia rumena ai nuovi reclutatori di ragazze che vengono mandate nei Paesi europei a prostituirsi e Loverboy è il titolo del secondo lungometraggio di Catalin Mitulescu, regista della new wave rumena arrivato per la seconda volta a Cannes nella sezione Un certain regard dove, nel 2006, il suo Come ho trascorso la fine del mondo vinse il
premio per la migliore interpretazione femminile (assegnato a Dorotheea Petre).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione