Ma in Iran la donna non ha diritti


Combattente per i diritti umani e per quelli delle donne in particolare, Mehrangiz Kar ha subito il carcere e torture di ogni genere. Oggi, a 62 anni, gravemente ammalata, vorrebbe rientrare nel suo Paese ma non può. Perché il riformismo debole di Khatami è stato sconfitto e la nuova dirigenza iraniana...

Combattente per i diritti umani e per quelli delle donne in particolare, Mehrangiz Kar ha subito il carcere e torture di ogni genere. Oggi, a 62 anni, gravemente ammalata, vorrebbe rientrare nel suo Paese ma non può. Perché il riformismo debole di Khatami è stato sconfitto e la nuova dirigenza iraniana…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

In Europa è ancora Natale

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran