Ma l’Asia centrale non è arancione


Hearthland, Pivot area o, in russo, Central’naja Azija, ovvero area cardine. è un insieme di repubbliche ad alto rischio non soltanto per la Russia di Putin e non soltanto per l’indipendentismo islamico. Teatro di competizione tra russi e americani, da qui passano, per esempio, fiumi di droga destinati all’Europa e agli Usa. Non si può essere ottimisti perché diversamente dall’Ukraina…

Hearthland, Pivot area o, in russo, Central’naja Azija, ovvero area cardine. è un insieme di repubbliche ad alto rischio non soltanto per la Russia di Putin e non soltanto per l’indipendentismo islamico. Teatro di competizione tra russi e americani, da qui passano, per esempio, fiumi di droga destinati all’Europa e agli Usa. Non si può essere ottimisti perché diversamente dall’Ukraina…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img