spot_img

Ma la banca scommette sui migranti


Indipendentemente dai motivi sottostanti al loro percorso migratorio e dalla durata della loro permanenza in Italia, i cittadini stranieri hanno bisogno di svolgere tutta una serie di attività oggi spesso possibili solo in presenza di un conto in banca. L'accesso ai servizi finanziari di base anche per accedere a servizi quali l'educazione, la sanità, la previdenza sociale. Ma come rispondono le banche, anche sulla base delle direttive Ue?

Indipendentemente dai motivi sottostanti al loro percorso migratorio e dalla durata della loro permanenza in Italia, i cittadini stranieri hanno bisogno di svolgere tutta una serie di attività oggi spesso possibili solo in presenza di un conto in banca. L’accesso ai servizi finanziari di base anche per accedere a servizi quali l’educazione, la sanità, la previdenza sociale. Ma come rispondono le banche, anche sulla base delle direttive Ue?

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania