spot_img

Madiba e la Cina


Anche il presidente Xi Jinping ha inviato le condoglianze al Sudafrica per la morte di Nelson Mandela, elogiando il suo «contributo storico» per il mondo. «Mandela era un famoso statista mondiale. Con sforzi ardui e straordinari, ha guidato il popolo sudafricano a vincere la battaglia contro l'apartheid, dando un contributo storico alla nascita e allo sviluppo di un nuovo Sud Africa» ha scritto Xi Jinping nel messaggio di condoglianze al presidente sudafricano Jacob Zuma.

Anche il presidente Xi Jinping ha inviato le condoglianze al Sudafrica per la morte di Nelson Mandela, elogiando il suo «contributo storico» per il mondo. «Mandela era un famoso statista mondiale. Con sforzi ardui e straordinari, ha guidato il popolo sudafricano a vincere la battaglia contro l’apartheid, dando un contributo storico alla nascita e allo sviluppo di un nuovo Sud Africa» ha scritto Xi Jinping nel messaggio di condoglianze al presidente sudafricano Jacob Zuma.

 

La Cina ha salutato il «vecchio amico» Mandela, anche attraverso una grande partecipazione dei propri netizen, on line. In realtà nel pomeriggio cinese per alcune ore Weibo, il Twitter locale, ha censurato il nome dell’eroe sudafricano, ma poi tutto pare tornato alla normalità. Perfino il Global Times, però, quotidiano ufficiale in inglese del Partito Comunista, ha creato un sito web ad hoc per celebrare Madiba.

A definire Mandela un «vecchio amico» della Cina è stato il ministero degli esteri di Pechino: «Era venerato non solo come padre dello stato dal popolo del Sud Africa, ma ha ottenuto anche il rispetto e l’amore di persone in tutto il mondo».

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img