spot_img

Mar cinese meridionale: prove di guerra tra Usa e Cina


Gli Usa hanno schierato due nuovi portaerei nel Mar cinese meridionale. Ma Pechino non ha intenzione di rinunciare al dominio su acque così strategiche

Gli Usa hanno schierato due nuovi portaerei nel Mar cinese meridionale. Ma Pechino non ha intenzione di rinunciare al dominio su acque così strategiche

Gli Usa hanno schierato due portaerei nel Mar cinese meridionale. La Marina degli Stati Uniti a bordo del cacciatorpediniere missilistico di classe Arleigh Burke USS Kidd durante un rifornimento in mare nell'Oceano Pacifico, 27 gennaio 2020. Marina americana/Nuzzi via REUTERS 
La Marina degli Stati Uniti a bordo del cacciatorpediniere missilistico di classe Arleigh Burke USS Kidd durante un rifornimento in mare nell’Oceano Pacifico, 27 gennaio 2020. Marina americana/Nuzzi via REUTERS

La marina militare americana ha fatto sapere questo venerdì di aver schierato nuovamente due portaerei – la USS Nimitz e la USS Ronald Reagan – nel Mar cinese meridionale. La presenza delle navi non ha niente a che vedere con la politica, precisa la U.S. Navy, ma risponde all’impegno americano per un Indo-Pacifico libero e aperto e per un ordine internazionale basato sulle regole.

Le parole di Pompeo

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img