spot_img

Marocco, la storia di Khawla prima stuprata, poi deturpata, poi…


«Ti giuro che nessuno ti sposerà dopo di me». Dopo la promessa, con una calma lucida, ha afferrato il rasoio e le ha sfregiato il viso, le mani, il petto – scrive la stampa locale. Lei voleva separarsi perché non era felice ma lui non voleva, e così per impedirle di ricostruirsi una vita in futuro, l’ha deturpata a vita.

«Ti giuro che nessuno ti sposerà dopo di me». Dopo la promessa, con una calma lucida, ha afferrato il rasoio e le ha sfregiato il viso, le mani, il petto – scrive la stampa locale. Lei voleva separarsi perché non era felice ma lui non voleva, e così per impedirle di ricostruirsi una vita in futuro, l’ha deturpata a vita.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania