spot_img

Mob effect


Notizia del giorno in apertura su quasi ogni homepage di media indiani: treno investe 35 pellegrini, la folla infuriata incendia 6 vagoni. Niente di nuovo o sconcertante, si chiama mob effect.

Notizia del giorno in apertura su quasi ogni homepage di media indiani: treno investe 35 pellegrini, la folla infuriata incendia 6 vagoni. Niente di nuovo o sconcertante, si chiama mob effect.

 

La dinamica dell’incidente è “tutta da chiarire”, ma chi ha frequentato anche sporadicamente le stazioni del sistema ferroviario indiano non faticherà ad immaginarsi la scena: decine di persone attraversano i binari per qualsiasi motivo (raggiungere a piedi la banchina mentre il treno è fermo in attesa che si liberi il binario; prendere una scorciatoia per non perdere la coincidenza; entrare nei vagoni prima che siano fermi, conquistando posti a sedere nelle carrozze di categoria general, senza prenotazione…), un treno in transito arriva a velocità sostenuta dopo aver avuto il permesso dal capostazione, non può rallentare o frenare bruscamente e rischiare di deragliare, un numero x di persone muore schiacciato.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img