Musica – Murder music


Il canto dell’omicidio.

Il canto dell’omicidio.

 

Prima dell’invenzione della cronaca nera si cantavano le murder ballads. Narravano di crimini violenti e cruente punizioni, e qualche volta instillavano nell’ascoltatore umana compassione per l’assassino oltre che per la vittima.

KNOXVILLE GIRLThe Louvin Brothers

Di questa ballata incisa negli anni ’50 si possono rintracciare i precedenti in un poema d’epoca elisabettiana. E’ la storia di un femminicidio, si direbbe oggi. Nella prima strofa un tizio incontra una ragazza e la porta a passeggiare una domenica sera. Nella seconda strofa questo tizio prende un bastone, uccide la ragazza e la getta nel fiume. Nessuno può evitargli di finire i suoi giorni in una “vecchia cella sporca” perché ha ammazzato “la ragazza che amava”. Ma perché lo ha fatto?

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img