spot_img

Nadezhda Savchenko: perché questa è la sua battaglia più difficile


Del tenente Nadezhda Savchenko non si avevano più notizie da quando era stata catturata dai miliziani separatisti nell’est dell’Ucraina e imprigionata a Lugansk, finché non è riemersa sul banco degli imputati del tribunale di Voronezh, in Russia. È accusata di immigrazione clandestina e omicidio. Secondo gli ucraini è stata rapita dall’Fsb, per i russi ha passato la frontiera illegalmente in fuga dall’Ucraina. Ancora un grave indizio del coinvolgimento di Mosca nella guerra in Donbass.

Del tenente Nadezhda Savchenko non si avevano più notizie da quando era stata catturata dai miliziani separatisti nell’est dell’Ucraina e imprigionata a Lugansk, finché non è riemersa sul banco degli imputati del tribunale di Voronezh, in Russia. È accusata di immigrazione clandestina e omicidio. Secondo gli ucraini è stata rapita dall’Fsb, per i russi ha passato la frontiera illegalmente in fuga dall’Ucraina. Ancora un grave indizio del coinvolgimento di Mosca nella guerra in Donbass.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania