spot_img

Nagorno Karabakh: ecco la situazione attuale [PODCAST]


Nagorno Karabakh: Armenia e Azerbaijan riprendono a combattere nella regione autonoma caucasica. Giuseppe Scognamiglio ci spiega cosa sta succedendo nell'intervista a Radio InBlu


Un'automobile passa davanti ai resti di munizioni esaurite a seguito di un recente bombardamento avvenuto nella regione separatista del Nagorno Karabakh, nella città di Tartar, Azerbaijan, 28 settembre 2020. REUTERS/Aziz Karimov

ASCOLTA IL PODCAST (qui il link a Radio InBlu)

 

La provincia caucasica del Nagorno Karabakh è inserita - geograficamente e politicamente - all'interno dell'Azerbaijan, ma la popolazione è prevalentemente armena. Il conflitto tra le due ex repubbliche sovietiche per il controllo della regione, dichiaratasi indipendente nel 1991 e tuttora priva di riconoscimento internazionale, è scoppiato nel 1992. Dagli anni Novanta, l'Azerbaijan ha periodicamente provato a riconquistare il territorio e ci è quasi riuscito nel 2016, nella cosiddetta "guerra d'aprile", riprendendosi un terzo della regione. Dal punto di vista politico, l'attuale situazione fa emergere il fallimento della comunità internazionale. Ancora una volta, è l'Unione europea che può fare la differenza, in quanto potrebbe essere accettata come forza mediatrice da entrambi i contendenti.

L'articolo di Giuseppe Scognamiglio sulla crisi armeno-azera. 

- Advertisement -spot_img