EN

eastwest challenge banner leaderboard

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Usa 2020, sfida a tre per la nomination democratica?

Indietro

Il Senatore del Vermont vince in New Hampshire. Male Biden e Warren, Yang si ritira

Prendono forma i rapporti di forza nelle primarie del Partito Democratico statunitense, tra aspettative confermate e alcune deludenti sorprese. Le certezze vedono Bernie Sanders emergere decisamente come il candidato più apprezzato tra i liberal e la sinistra, a scapito di Elisabeth Warren. Tra i cosiddetti moderati, Joe Biden viene quasi defenestrato dal voto in Iowa e New Hampshire, con Pete Buttigieg e Amy Klobuchar a contendersi l’elettorato centrista. Andrew Yang abbandona la corsa, lasciando potenziali voti — in attesa di un suo endorsement — a uno tra Sanders e Buttigieg.

In New Hampshire, Sanders vince con circa il 26% di voti: i sondaggi lo davano vincente e l’elettorato ha premiato il Senatore del Vermont come 4 anni fa, quando staccò Hillary Clinton di oltre 20 punti. Stavolta, un margine decisamente più ridotto ma in una partita del tutto diversa: se nel 2016 erano due i candidati a contendersi la nomination, stavolta sono 5 le stelle del Partito Democratico. Si tratta di veri e propri cavalli di razza: Sanders, Buttigieg, Klobuchar, Biden e Warren possiedono tutti caratteristiche peculiari, chi nel rappresentare la novità, chi l’esperienza.

Sanders, con la vittoria di martedì, si posiziona come legittimo contendente progressista della nomination, in attesa di capire chi effettivamente sarà il rappresentante dell’establishment dei Democrats. Amy Klobuchar — che proprio un anno fa annunciò la sua candidatura — ha ben figurato in New Hampshire, conquistando quasi 60mila voti, pari a circa il 20%. La Senatrice del Minnesota si è schierata contro le case farmaceutiche, aspetto che potrebbe portarla in rotta di collisione con Pete Buttigieg che, al contrario, ha ricevuto donazioni da finanziatori vicini alle grandi corporation del farmaco.

Prossima tornata elettorale il 22 febbraio in Nevada. Secondo i sondaggi, a oggi Sanders è in vantaggio col 24%, seguito da Biden, Warren e Buttigieg. Il 29 sarà la volta del South Carolina, in attesa del Super Tuesday del 3 marzo dove si voterà in 14 Stati, tra i quali il Vermont di Sanders, il Massachusetts di Warren e il Minnesota di Klobuchar, senza scordare realtà di peso come la California e il Texas.

@melonimatteo

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA