spot_img

Next Generation EU: il nostro impegno con l’Europa


Con il Next Generation EU l’Italia ha la possibilità di ripartire con forza e cambiare volto. Una grande responsabilità verso gli Italiani e gli Europei

Con il Next Generation EU l’Italia ha la possibilità di ripartire con forza e cambiare volto. Una grande responsabilità verso gli Italiani e gli Europei

I leader europei parlano durante il Consiglio europeo, dove è stato varato il piano per la ripresa Next Generation EU. Francisco Seco/Pool via REUTERS

La fase politica è nuova, nuovissima. La politica no: per le logiche nelle quali si muove è sostanzialmente la stessa dei due decenni passati, solo di qualità calante. Se le elezioni politiche italiane del 4 marzo 2018 sono state un fatto di rottura per il sistema dei partiti, la pandemia del 2020 e la non scontata reazione a essa da parte dell’Europa hanno del tutto cambiato i termini del confronto politico, le basi della conversazione nazionale, le fondamenta dei paradigmi su cui era costruita la stagione passata. Il risultato, sommato alla crisi da virus, è per ora una confusione probabilmente mai registrata in tutta la storia repubblicana. C’è però una speranza: il piano per la ripresa Next Generation EU varato dal Consiglio europeo lo scorso 21 luglio. Per l’Italia, i 209 miliardi previsti dal Recovery Fund (parte del Next Generation EU) possono essere una grande opportunità ma sono anche un rischio: è su questo che da ora e per i prossimi mesi e anni si misurerà la capacità del Paese di uscire positivamente dalla crisi.

Next Generation EU

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img