spot_img

Nomen omen


Per i movimenti indipendentisti, un dominio Internet è già mezza vittoria.

Per i movimenti indipendentisti, un dominio Internet è già mezza vittoria.

 

I filosofi antichi ritenevano che ci fosse una relazione profonda tra i nomi e le cose che questi designavano. Al tempo di Internet, questa magica relazione sembra essersi stabilita tra nomi (di dominio) e entità geopolitiche inesistenti o contestate. È sufficiente evocarli – anzi, registrarli – perché queste diventino vere.

Anche sul Web, dunque, nomen omen, un nome un destino? Se i destini in questione afferiscono alla geopolitica, il presunto legame è tutt’altro che scontato. Ma la crescente importanza di Internet nell’economia e nei giochi governativi sta determinando un curioso (e sinora incruento, per fortuna) fenomeno di transfert: quello delle dispute territoriali verso gli incerti confini del pianeta virtuale.

Il sistema dei “nomi di dominio”, che regola attraverso l’organizzazione Icann la corrispondenza tra una mnemonica espressione alfabetica e l’anonimo numero di dodici cifre che rappresenta l’indirizzo di un server collegato a Internet, si basa su un principio di instradamento ad albero. Nel ricostruire l’indirizzo numerico si parte dal tronco – il nome di dominio principale – e si procede attraverso una o più diramazioni fino al computer cercato.

I tronchi, in questo sistema, sono meglio conosciuti come “top level domain” (Tld) e sono essenzialmente di due tipi. Una prima categoria generica comprende domini come “.com, .gov, .edu” e riguarda quindi attività commerciali, istituzionali, formative e così via.

Una seconda categoria è squisitamente geografica e consente agli Stati di disporre di un proprio confine anche sul Web. Il formato di questi domini è standard e coincide con il “country code” (da cui la sigla “ccTld”).

Non è cosa da poco perché attraverso l’istituzione di autorità o “registri” anche per i vari domini nazionali una banale combinazione come “.it” per l’Italia o “.fr” per la Francia può fare giurisdizione, per esempio in materie come le controversie sul copyright o la tutela della privacy.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img