spot_img

Omicidio Fakhrizadeh, ultimo atto di irresponsabilità Usa 


Colpi di coda di un’amministrazione che, in politica estera, ha sempre condotto iniziative sull’orlo della catastrofe. Non resta che affidarci alla razionalità degli Ayatollah

Colpi di coda di un’amministrazione che, in politica estera, ha sempre condotto iniziative sull’orlo della catastrofe. Non resta che affidarci alla razionalità degli Ayatollah

Venerdì scorso è stato ucciso durante un’imboscata Mohsen Fakhrizadeh, uno dei più importanti scienziati nucleari iraniani. Nel 2015, il The New York Times lo aveva paragonato a J. Robert Oppenheimer, il fisico americano che fu a capo del centro di ricerca che portò alla produzione della prima atomica.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo