eastwest challenge banner leaderboard

A che punto è il nuovo governo e le altre notizie dall'Italia

3 aprile 2018 - Le notizie della settimana in Italia

Luigi Di Maio al suo banco nell'aula di Montecitorio. REUTERS/Tony Gentile
Luigi Di Maio al suo banco nell'aula di Montecitorio. REUTERS/Tony Gentile

Nuovo governo: a che punto siamo?

La pausa pasquale ha imposto dichiarazioni tattiche, che non rivelano nulla delle reali intenzioni dei due leader vincitori delle elezioni, alle prese con la necessità di un approccio pragmatico, da conciliare però con le rigidità dei rispettivi elettorati.

“Prima di presentarci dal Presidente Mattarella, abbiamo invitato i capigruppo delle altre forze politiche al confronto, per sapere prima se ci sono convergenze sui problemi importanti del Paese e posso dirvi che ci sono, sia a destra sia a sinistra. Ce lo aspettavamo. Perché le idee che portiamo avanti sono di buon senso e non hanno etichette ideologiche”, afferma Luigi Di Maio, in una diretta trasmessa sul proprio profilo Facebook.

Salvini, dal canto suo, apre sul reddito di cittadinanza: "Se il reddito di cittadinanza fosse pagare la gente per stare a casa no, ma se fosse uno strumento per reintrodurre nel mondo del lavoro chi oggi ne è uscito allora sì". Per Salvini, è essenziale tenere a bordo Berlusconi, indigesto alla linea “rigore e onestà” dei 5 Stelle".

Su ciò che accadrà nei prossimi giorni, è difficile fare previsioni, perché - come sempre in politica - non dipenderà solo dalla logica, ma anche da una serie numerosa di variabili, non ultimi i rapporti personali tra i due Cabezòn. Dal 4 aprile, avremo un mese di incontri ufficiali che chiariranno il quadro.

Banca d’Italia: record positivo del bilancio 2017

Questa settimana a Roma, Ignazio Visco, Governatore di Banca d’Italia, ha reso noti i dati di chiusura bilancio 2017. L’utile netto tocca il record di 3,9 miliardi, e ciò consente di dare allo Stato un dividendo di 3,36 miliardi e ai Partecipanti privati, banche, assicurazioni e Casse previdenziali privatizzate, 218 milioni.

Ai Partecipanti, che detengono il capitale dell’Istituto, spetta una quota degli utili non eccedente il 6%. Allo Stato, ha osservato Visco, la Banca verserà anche le imposte di competenza, pari a 1,56 miliardi quindi le somme complessivamente destinate all’Erario ammontano a 4,9 miliardi, un livello superiore di circa 1,5 miliardi rispetto a quello dello scorso anno. Anche la cedola pagata ai Partecipanti sarebbe più alta, pari a 340 milioni, ma quattro partecipanti, tra i quali Intesa San Paolo e UniCredit, hanno ancora quote superiori al 3% del capitale e quindi 122 milioni di dividendi vengono sterilizzati e incamerati tra le riserve di via Nazionale.

Per ciò che concerne i titoli di Stato italiani, Visco ha sottolineato una crescita del 4,5% (e di 112 miliardi di valore assoluto). Si raggiungono così i 358 miliardi.

@GiuScognamiglio 

ARTICOLI CORRELATI

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA