La Weltanschaung globale di Matteo Salvini e le altre notizie dall'Italia

23 luglio 2018 - Le notizie della settimana in Italia

Matteo Salvini e Horst Seehofer prima della riunione informale dei ministri dell'Interno dell'UE a Innsbruck, in Austria, l'11 luglio 2018. REUTERS / Lisi Niesner
Matteo Salvini e Horst Seehofer prima della riunione informale dei ministri dell'Interno dell'UE a Innsbruck, in Austria, l'11 luglio 2018. REUTERS / Lisi Niesner

Salvini ora parla anche al Washington Post. Tutti noi dobbiamo imparare a non demonizzare algoritmi e profilature on line.

La Weltanschaung globale di Matteo Salvini: il pan-salvinismo

Il Ministro dell’Interno italiano illustra la propria visione politica dell’intero mondo in un’intervista fiume al Washington Post e descrive gli obiettivi e le ambizioni del ‘suo’ governo sugli scenari globali. Sul fronte italiano, minimizza i recenti scontri e dissapori: con diversità di ‘toni’, rassicura, l’accordo di governo è solido e ‘fin quando il M5S rispetterà le regole, non c’è pericolo’ di crisi.
A proposito della politica sulle migrazioni, l’obiettivo finale, dichiara, non è distribuire i migranti fra i vari Paesi europei ma far sì che non arrivino proprio in Europa. A questo scopo, oltre allo sbarramento dei porti, propone un ‘piano Marshall per l’Africa’, così che, contenti a casa loro, gli africani non sognino più l’oltremare.

Grandi sono le ambizioni sul piano europeo, in vista delle prossime elezioni del 2019. I partiti populisti costituiranno la maggioranza nel nuovo parlamento europeo, assicura Salvini, che in prima persona si sta impegnando per creare un ‘fronte populista unito’, per una nuova visione dell’Europa, secondo la quale ogni Paese sarà libero di decidere la propria politica economica. Sempre convinto che l’Euro è un ‘esperimento sbagliato’, vuole però lavorare per cambiare l’Europa dall’interno e non più per uscirne (‘non si può cambiare idea?’). Economia, politica, fiscalità, politiche agricole, direttiva sulle banche….tutto da rifare, secondo la visione nazional-populista di Matteo Salvini (’essere populista è un complimento per me’).

Il grande esempio da seguire sulle politiche migratorie, dichiara Salvini, è quello di Donald Trump, che sinceramente apprezza. Non però quando Trump fa i dispetti a Putin, altro nume ispiratore della visione politica salviniana; Salvini rassicura i lettori del Washington Post che ‘l’annessione russa della Crimea è legittima’. Lo stretto rapporto con Putin non è mai stato alimentato dai rubli, tiene a precisare, ma è un accordo politico e per creare un database di informazioni condivise, contro il terrorismo.

Nulla viene detto a proposito delle tensioni tra la coppia Salvini-Di Maio e il recalcitrante Ministro dell’economia Giovanni Tria, che in queste ore hanno fatto parlare di possibili imminenti dimissioni. Particolarmente faticoso è stato il processo per la nomina del nuovo AD di Cassa Depositi e Prestiti e del nuovo direttore generale del Tesoro: Fabrizio Palermo, il primo e Alessandro Rivera il secondo. Ma la discussione ancora in corso circa le effettive deleghe dei due nominati fa slittare l’ufficializzazione al 24 luglio.

Il provincialismo salviniano cerca di valicare i confini nazionali, dopo aver abbattuto quelli interni con successo. Sembra impossibile che il nuovo Matteo nazionale abbia qualità sufficienti per poter davvero tessere tele in Europa e oltre oceano, ma diviene sempre più necessario controproporre un’idea alternativa di futuro, se non vogliamo il trionfo del pensiero unico...

Gli algoritmi, dal calcio alla politica

Il calcio si lancia nel futuro e a caccia di spettatori, proponendo una più moderna fruizione della serie A. Giovedì scorso, i 20 club della Lega A hanno approvato il pacchetto ‘Cinema e Teatro’ e lanciato l’asta. Il miglior offerente potrà trasmettere in diretta le partite in sale cinematografiche e teatrali, purché situate a una distanza minima di 80 km dallo stadio in cui la partita sarà in corso. Si stima questa una distanza di sicurezza per evitare una fuga dagli impianti calcistici. Ancor più innovativa l’approvazione del bando dei diritti Tv non esclusivi per il Campionato Primavera, che sarà trasmesso in multi-piattaforma, dai canali tematici dei club e da tutti i profili social. Con l’avvento della società di web tv Perform, che si è aggiudicata le 114 partite del campionato di serie A per 193 milioni annui, e che sta ora firmando un accordo con Sky per la ritrasmissione delle stesse sui canali dell’emittente di Murdoch, la ‘curva’ rischia di diventare obsoleta e gli hoolingans disoccupati.

Interessante anche il risultato di una recente ricerca sugli ‘Italiani e la Rete’ dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, che dallo studio di 1520 questionari validati, ha concluso che l’86,60% degli italiani si dichiara ‘cyberottimista’. 8 italiani su 10 ritengono attendibile e professionale tutta l’informazione circolante sulla Rete, solo 4 su 10 ammettono di verificare l’attendibilità di una fonte d’informazione, l’80% dichiara di non far caso a punteggiatura e grammatica. A livello di influenza sulle opinioni politiche, il punteggio più alto spetta ancora ai programmi tv di approfondimento – 45% -, segue però subito il potere persuasivo delle reti social di amici e familiari – 43,45% - poi i telegiornali – 40,53% - quindi i giornali – 39,93% - e a seguire Facebook – 25,32%.

L’86,36% degli intervistati non ritiene che le fake news siano una nuova forma di propaganda politica.

In effetti, algoritmi e profilature non vanno demonizzate di per sè. Dobbiamo invece metterci tutti in condizione di usare le nuove tecnologie per poter dialogare con audience sempre più ampie. La differenza, alla fine, la faranno sempre le idee.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA