Coincidenze selettive tra marò, Finmeccanica e governo indiano. Dimenticandosi l'India.

Il ritorno in Italia del fuciliere Salvatore Girone, atterrato nella serata di sabato 28 maggio, secondo gran parte della stampa italiana è «curiosamente coinciso» con l'annuncio, da parte del governo federale indiano, dell'annullamento di una commessa da 300 milioni di dollari vinta da Finmeccanica per la consegna di un centinaio di siluri Shark. Arrivato, segnalano i curiosi cacciatori di coincidenze, nelle ore in cui la Corte suprema accettava di riconsegnarci «il nostro ragazzo». Tra coincidenze e sospetti, è passato inosservato il secondo anniversario del governo Modi, incentrato «curiosamente» sulla lotta alla corruzione.

Fuori dai confini italiani, si dice, esiste un mondo ancora ostinatamente inserito in un sistema eliocentrico, che si rifiuta di arrendersi alla rivoluzione post copernicana del maròcentrismo. Un mondo dove in un paese come l'India, oltre al cane #sergenteArgo, esiste un governo, esistono dei partiti di opposizione e, da qualche anno, esiste il sospetto che Finmeccanica sia stata invischiata in affari poco limpidi nel caso degli elicotteri AgustaWestland, come abbiamo scritto, riscritto e ri-riscritto nelle settimane passate.

Un giro di mazzette che, sostiene il partito di governo Bharatiya Janata Party (Bjp), potrebbe arrivare a coinvolgere i piani più alti dell'Indian National Congress (Inc), il partito di Sonia Gandhi. Intorno alle accuse a Gandhi, nelle settimane scorse, in India si sono sviluppate polemiche durissime, col Bjp deciso a giocarsi la vicenda nel tentativo di affondare qualche alto papavero del partito avverso, facendo leva sul tema - molto sentito, in India - della corruzione. Specie quando legato all'Inc e alla famiglia Gandhi, già coinvolta ai tempi di Rajiv nel celeberrimo caso Bofors.

L'opinione pubblica indiana - a torto o ragione - ha ormai introiettato il sillogismo Congress=ladri e lo scandalo degli elicotteri AgustaWestland - nato e scoppiato in piena reggenza dell'Inc, nel 2012 - si presta molto bene come arma contundente governativa da utilizzarsi contro l'opposizione sofferente dell'Inc. 

L'Inc, in risposta alle accuse di corruzione e, soprattutto, di non aver preso provvedimenti in seguito all'esplosione del caso degli elicotteri italiani, aveva chiarito che Finmeccanica era stata inserita nella blacklist delle aziende che non potevano fare affari con l'India in quanto sospettate di corruzione. Il Bjp, per contro, rispose che non era vero e sfidava il partito della Gandhi a mostrare documenti che provassero l'effettivo inserimento dell'azienda italiana nella lista nera. Documento che non è stato mostrato, in quanto il procedimento di inserimento nella black list era sì iniziato sotto il governo Singh, ma era stato poi fermato proprio dall'esecutivo di Narendra Modi. Di fatto, alla fine dello scorso mese di aprile, è apparso chiaro all'opinione pubblica indiana che dietro allo sbraitare di una e dell'altra parte, in India nessuno aveva inserito Finmeccanica in alcuna blacklist.

Nel frattempo, e arriviamo a sabato 28 maggio, Salvatore Girone atterrava in Italia, mentre un'India del tutto noncurante della vicenda faceva i conti con le maestose celebrazioni, da parte del governo in carica, della chiusura del secondo anno di mandato. Un evento che i portavoce del Bjp e ho lo stesso Narendra Modi hanno incentrato sull'esaltazione del governo proprio nella lotta alla corruzione: prima, caricando l'hype con l'annuncio dell'annullamento della commessa dei siluri di Finmeccanica; poi, proprio tra sabato e domenica, annunciando che non solo tutti gli affari aperti con Finmeccanica venivano immediatamente congelati, ma che il governo Modi - in contrapposizione al «lassismo» dell'Inc - aveva già iniziato le procedure di inserimento in questa benedetta blacklist per Finmeccanica e tutto il resto delle controllate.

Una dimostrazione di determinazione nella lotta alla corruzione che, in India, è funzionale al confronto serrato tra maggioranza e opposizione. E che, con ogni probabilità, non ha nulla a che fare col rientro di Girone in India. 

Fine dispaccio da fuori i confini del maròcentrismo.

@majunteo

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA